Partono i lavori di ristrutturazione della Piscina Cambini in zona di viale Padova

Nel 2012 in occasione di un sopralluogo nell’area sportiva Cambini scopro che questa piscina era chiusa e abbandonata da un decennio, a seguito di un incidente mortale, e che erano stati spesi dall’amministrazione di Centro Destra oltre 700 mila euro per lo studio del progetto di ristrutturazione. Un progetto che cubava 11 milioni. Il progetto non era stato portato avanti perché non vi erano i fondi necessari.

Scandalizzata dallo scoprire che era stata effettuata una spesa così importante (700 mila euro) per la progettazione e poi erano stati buttati via, visto che la piscina non era stata restaurata, ho chiesto di far partire un audit interno per capire se in qualche modo fosse recuperabile tale spesa.

Con l’assessora Chiara Bisconti decidemmo di richiamare lo studio di architettura che aveva già lavorato, di risviluppare un progetto a costo 0 per il Comune, adeguandolo all’area. E’ così che é stato rivista la progettazione e a seguito di un mio emendamento, si é deciso di inserire la ristrutturazione di questa piscina nel bilancio delle opere pubbliche del 2015. E’ stato finanziato tra le priorità. Oggi é in corso il bando di assegnazione dei lavori. La piscina dovrebbe venire inaugurata a fine del 2018.

Sono molto fiera e felice di questo progetto. Restituire una piscina in una zona sprovvista di tale impianto é importante. La piscina e lo sport sono fondamentali non solo per la salute dei cittadini, dei bambini, ma soprattutto come luoghi di socializzazione e aggregazione, soprattutto nei periodi estivi. Momenti in cui tanti bambini rimangono in città, nonostante il caldo.

Cambini